349 5279755 - 333 8187350 info@poesiainazione.it

Agosto 2011, tema COLIBRÌ

31 agosto 2011, ore 21 | spiaggia di PANE E POMODORO a BARI

(ognuno con la sua sedia pieghevole)
abbiamo festeggiato un anno dalla nascita dell’idea di clessidra, nello stesso luogo dove è nata

Marcella e Tina: la fiaba africana dell’incendio e del colibrì
Piero da Ballate di Stefano Benni
Donato da L’ultima lacrima di Stefano Benni
Mari da La danza della vita di Alejandro Jodorowsky
Silvana ha letto Co-libri di Andrea Bitonto e Siate cauti con le parole di Anne Sexton
Camillo da Guida agli animali fantastici di Ermanno
Mario la continuazione per adulti di La vispa Teresa di Trilussa
Marinella da La musica della vita di A. Romano
Alfio da L’insostenibile leggerezza dell’essere di Milan Kundera
Antonio un mix di citazioni da sfiorare
Michele l’alfabeto di Sanguineti a comporre la parola COLIBRI
Donatella definizioni e notizie sul web
Antonella da cento anni di solitudine di Marquez
Raffaella da Ovidio
Antonio una sua poesia
Edoardo da momenti di trascurabile felicità di Francesco Piccolo

Speciale: il regalo di Andrea per l’anno di clessidra
CO-LIBRI
di Andrea Bitonto

Io ce l’ho un po’ co libri
intasano le case della mente, se le menti non sono case libere
e totalmente abbandonate
Troppi libri fanno male, non ci stanno tutti dentro
Bisogna imparare anche a dimenticare il verbo, i
a riscoprire piante dei piedi e palmi di mani
il mondo liscio e muto, e grezzo e ruggente
brillante di acque esplicite
di fiumi ovunque che scorrono possenti
come pagine ad occhi chiusi
vedrai che la troviamo l’illuminazione
Io ce l’ho un po’ coi libri
Mi pesano i libri troppo pesanti
che raccontano la stessa
nello stesso modo
sulle stesse pagine
scritte dalle stesse mani
di chi strangolò per ultimo
il penultimo
Noi ce l’abbiamo co-libri
Preferisco sedere nel cerchio di miei umani vicini
lasciando al fuoco al centro, e al vento attorno
la lotta serena per la scelta delle parole giuste
vedrai che il nostro racconto si compirà, come si compie il cerchio
Intanto mi vedrai anche sbriciolare con le mani
qualche foglia secca, per ricordare i destini di tutti
I libri mi piacciono così
come fossero una guarigione contagiosa
da consumare in compagnia, una pagina al giorno
per vedere anche oggi come continua il racconto
Noi qui ce l’abbiamo co-libri…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.